Come si viaggia restando immobili? Con la fantasia, scorrendo le mappe, i biglietti, le monete, i francobolli, le cartoline...

venerdì 17 agosto 2012

76. Saint Kitts e Nevis

 

Una vecchia moneta coniata da Saint Kitts e Nevis con la vicina Anguilla – vi è un casco di banane! – è il pretesto che spinge i Viaggiatori immobili a visitare Saint Kitts and Nevis, minuscolo stato insulare delle Piccole Antille con 38.000 abitanti sparsi su 261 kmq, indipendente solo dal 1983 (prima era una colonia britannica, ora fa parte del Commonwealth ed è guidato da un governatore indicato dalla regina Elisabetta II).

Il clima è quello dei paradisi caraibici, ovvero marino tropicale con una stagione umida e una asciutta. La temperatura è costantemente tra i 24 e i 27 gradi. Il rovescio della medaglia sono gli uragani che colpiscono con frequenza: George nel 1998, José e Lenny nel 1999, Omar nel 2008 e Earl nel 2010 causarono seri danni all’arcipelago.

Facciamo il nostro solito giretto:

 

BASSETERRE, LA CAPITALE

© CLARK ANDERSON/AQUAIMAGES

 

© J. STEPHEN CONN

 

IL PORTO DI BASSETERRE

© CLARK ANDERSON/AQUAIMAGES

 

LA CHIESETTA DI SAINT MARY A CAYON

© INFILMS

 

BASSETERRE, CHIESA ANGLICANA DI SAINT GEORGE

© WORLD66

 

NEVIS

© AARON VOS

 

© BTIBBETS

 

CHARLESTOWN, MAIN STREET

© ADRAR

 

ROVINE DI UN’ANTICA PIANTAGIONE A MONTRAVERS ESTATE

© AARON VOS

 

PISCINA DI ACQUA VULCANICA IN UNA STRADA DI CHARLESTOWN

© DANIEL FARRELL

1 commento:

Francesca ha detto...

Ma che bello il tuo blog. Complimenti. Mi sono unita ai tuoi sostenitori così da averti sempre a portata di click. Se ti va fallo anche tu. Grazie. Francesca.