Come si viaggia restando immobili? Con la fantasia, scorrendo le mappe, i biglietti, le monete, i francobolli, le cartoline...

mercoledì 26 maggio 2010

8. Milano negli Anni ‘50

C’è un bel gruppo su Facebook, ideato dalla fervida mente di Adriano Parracciani: Geofilm - Le location dei film. Si tratta di collaborare con le fotografie di luoghi dove sono state girate scene di film: si può così notare come siano mutati non solo i luoghi, ma anche le condizioni sociali ed economiche con il passare del tempo. Ecco un altro modo di viaggiare restando immobili. La gita avviene in diverse dimensioni: quella spaziale che ci può condurre a Roma, a Milano, a New York, a Stromboli; quella temporale, che ci conduce nell’Italia degli Anni ‘50 o nell’America dei ruggenti Eighties.

Prendiamo “Totò, Peppino e la malafemmina”, il geofilm che ho postato: la stazione Centrale di Milano, dove avviene la celebre scena dello “sbarco dei cosacchi” con tanto di colbacco e collo di pelliccia tra le risate dei milanesi, non è cambiata molto da allora, almeno nella zona dei binari. Sì, ci sono treni più moderni e televisori ultrapiatti urlano le loro pubblicità ad ogni binario, la gente veste in modo molto meno formale. Ma le volte della galleria sono rimaste com’erano, nonostante la ristrutturazione.

Molto diversa è la zona di Piazza del Duomo, dove si svolge un’altra famosa scena: Totò, l’uomo di mondo tra i fratelli Capone, si rivolge a un “ghisa”, il classico vigile milanese, in un italo-francese delizioso “Noio…. Noio volevàn savoir l’indiriss ja”. Ebbene, il traffico non scorre più in tutta la piazza e nel vicino Corso Vittorio Emanuele, trasformati in area pedonale e in oasi per i turisti che scattano fotografie al Duomo e si scattano foto che finiranno a Tokyo, Seattle, Berlino e Lione. Ma grazie a questi spezzoni cinematografici, abbiamo potuto compiere il nostro viaggio nella Milano degli Anni ‘50.

1 commento:

Vania e Paolo ha detto...

...è divertente...:)...
io non ho mai visto un film..intero di Totò.....incredibile....:(....mi rifarò..:)...queste scene sono "spettacolose".
ciaooooooo Vania