Come si viaggia restando immobili? Con la fantasia, scorrendo le mappe, i biglietti, le monete, i francobolli, le cartoline...

lunedì 25 ottobre 2010

35. Argentina

 

 

Ieri mi è capitata tra le mani questa moneta, che qualcuno mi ha rifilato per un euro, o più probabilmente non se ne è neppure accorto, pensiamo positivo – le dimensioni sono simili, la differenza è che il nichel qui è all’esterno.

Comunque, quando me lo sono ritrovato nel portamonete, ne sono stato molto lieto: è un pezzo che mancava alla mia collezione. E mi consente di portare tutta la banda dei “Viaggiatori immobili” sul Rio de la Plata. Si tratta infatti di un peso argentino, che al cambio attuale vale 17 centesimi di euro. La valuta locale ha sempre avuto difficoltà – ricordate il caso dei bond? – questa è l’ultima sua versione, risalente al 1992 e denominata in principio “nuevo peso” o “peso convertible”, subentrato all’Austral degli anni ‘80, a sua volta sostitutivo del vecchio peso.

Sul recto c’è il sole raggiante, il Sol de Mayo di derivazione inca, simbolo argentino, tanto da essere posto al centro della bandiera nazionale, qui a indicare le province unite. Sul verso lo stemma del paese, replica della prima moneta, emessa nel 1813. Ma adesso, facciamo un giretto sulle fotografie:

Il Rio de la Plata visto da Buenos Aires

Pausa pranzo: empanadas salteñas

Cattedrale della Plata

Rosario

Ruta Nacional 7

Cascate di Iguazú

Il Perito Moreno, in Patagonia

.

Fotografie © Wikipedia

5 commenti:

Sandra Maccaferri ha detto...

Che bella questa moneta. Sto "covando" un viaggio (non immobile, vero) in Argentina il prossimo febbraio. Cerco qualcuno che incroci le dita di mani e piedi insieme a me.
;O)

Vania e Paolo ha detto...

..niente male aver trovato quella monetina....e anche questa avventura è andata a buon fine...per Noi !!!:))

ciaooo Vania

DR ha detto...

@Sandra: potresti fare anche un post "reale" quando torni :-) La reporter di "Viaggiatori immobili"

@Vania: il caso domina le nostre vite

Ambra ha detto...

Ciao DR, ti ho trovato girando per blog amici. Mi piace il tuo blog per cui ti linko sul mio e mi inserisco fra i tuoi lettori.
Non sono mai stata in Argentina, nonostante abbia una nuora argentina, ma da foto e descrizioni deve essere un paese incantevole e fai bene ad incitare Sandra ad un report di viaggio. Lei è bravissima per queste cose.

DR ha detto...

Grazie, Ambra: ricambio il link (tra l'altro è un po' che volevo aggiungere il widget dei blog amici)