Come si viaggia restando immobili? Con la fantasia, scorrendo le mappe, i biglietti, le monete, i francobolli, le cartoline...

sabato 10 dicembre 2011

68. Un Natale americano

 

Il Natale che abbiamo adesso è molto diverso da quello dei nostri padri e dei nostri nonni: è stato mediato e commercializzato dallo stile di vita americano con l’introduzione ad esempio della figura di Santa Claus e del suo “Ho! Ho! Ho!”. Film e telefilm hanno completato l’opera, tanto è vero che la canzone di Natale per antonomasia ora è “White Christmas”, arrivata da una pellicola con Bing Crosby.

 

 

 

 

 

Questo è adesso il Natale, come si può apprezzare dai francobolli statunitensi che fanno da spunto per questo post. Andiamo almeno a curiosare al di là dell’oceano, andiamo a vedere com’è… Christmas.

 

CHICAGO

FOTO © ELIINA VIELE PRITZKER

 

UNA CASA ILLUMINATA PRESSO NEW YORK

FOTOGRAFIA © FORBES

 

ROCKEFELLER CENTER A NEW YORK

FOTOGRAFIA © STOCK IMAGES

 

CLIFTON MILLS, OHIO (3.500.000 lampadine)

FOTOGRAFIA © MOOFPOCKET

 

SANTA CLAUS

FOTOGRAFIA © JONATHAN G. MEATH

 

Quanto a voi, viaggiatori immobili, vi auguro sin d’ora un Natale lieto e sereno.

4 commenti:

la stanza in fondo agli occhi ha detto...

Che simpatici i francobolli!

Sandra M. ha detto...

I francobolli sono magnifici.
Ho trascorso alcuni giorni, in periodo natalizio, negli States per alcuni anni consecutivi (motivi di lavoro...Chicago e poi Ohio, soprattutto) ed ero affascinata dall'opulenza e , se vogliamo, dallo spreco, di decorazioni e luminarie varie...una vera gara tra vicini di casa!

DR ha detto...

La bellezza dei francobolli americani è dovuta anche al fatto che sono piccoli, a differenza dei nostri, che spesso diventano fazzoletti... Io sono un appassionato di tutto ciò che è americano, ma non amo molto il loro modo eccessivo di festeggiare.

Ambra ha detto...

Per carità, il Natale americano, come l'hai simpaticamente chiamato tu, è bellissimo, luccicante, sfavillante, gioioso. Lo si vede dai francobolli e dalle tue foto, tutto proprio bello. Però ormai ci siamo persi le nostre tradizioni che tra un poco spariranno del tutto.